Conto in Svizzera header image

Conto in Svizzera

Come aprire un conto in Svizzera in maniera semplice e regolare
≡ Menu

Truffe lingotti d’oro in Svizzera

caveua oro svizzeraSu Plus24 (inserto settimale del Sole 24 Ore) di qualche settimana fa è stato pubblicato un articolo in merito alle truffe in oro custodito in Svizzera.

Tra le miniguide omaggio con Conto In Svizzera c’è anche quella sulla dichiarazione dell’oro fisico, che sia detenuta in Italia o all’estero. E quando si dice estero, spesso si intende Svizzera visto che molti italiani hanno oro depositato nelle classiche cassette di custodia delle banche svizzere, oppure presso caveau di società specializzate come Pro Aurum. Un lettore quindi ci ha chiesto un approfondimento sul tema.

La truffa dell’oro in Svizzera

L’articolo dal titolo “È d’oro l’ultima frontiera della truffa” descrive la frode dei lingotti venduti a clienti italiani e custoditi in Ticino.  Non si fanno nomi di società, semplicemente si spiega il funzionamento della truffa.

La truffa, congegnata da affaristi italiani,  si regge sfruttando quello che nell’immaginario rappresenta la sicurezza: l’oro e la Svizzera. Si crea quindi una società in Svizzera e si trovano procacciatori che spiegano ai potenziali clienti in Italia come investire in oro in totale sicurezza, anche dal fisco.

Con una bella brochure di presentazione e un sito Internet, ci si dà un’ulteriore immagine di credibilità. In pratica si offre l’acquisto di oro fisico che per sicurezza, anche agli occhi del fisco italiano, sarà detenuto in sicuri caveau svizzeri. All’acquisto si assegna all’investitore uno o più lingotti allegando un certificato di proprietà con tanto di bolli.

Il caveau esiste così come la cassetta di sicurezza. Il cliente è anzi invitato, ogni qual volta lo desideri, a chiamare per recarsi a visitarlo di persona. Qui troverà centinaia di lingotti veri abbinati ai relativi certificati. Il singolo investitore quindi riscontra che ci sono i suoi lingotti, sembra tutto ok quindi. Ma il trucco sta nel fatto che i proprietari dei lingotti sono molti di più dei lingotti medesimi. Si vendono quindi gli stessi 100 lingotti a 1.000, 2.000 … persone, finché si decide che è tempo di far perdere le tracce, si chiude la società e si portano via lingotti e denaro degli investitori.

Ovviamente in pochi denunciano visto il rischio di far scattare accertamenti del caso, anche quando l’investimento deriva da denaro lecito e dichiarato.

 

Altri casi di sfruttamento dell’abbinamento oro – Svizzera

In realtà lo schema descritto nell’articolo non è nuovo, così come non è nuovo sfruttare l’abbinamento Svizzera-oro.

Si pensi alla EmGoldEx (Emirates Gold Exchange) che sfruttando il classico schema piramidale prometteva lauti guadagni a chi investiva in un lingotto d’oro di 5 grammi da lasciare depositato in Svizzera.

Un paio di anni fa la trasmissione di Rai3 Report illustrò il caso della GSG Evolution, acronimo di Gold Sweet Gold. In questo caso in vari hotel venivano effettuate presentazioni e corsi di formazione a risparmiatori italiani sulla convenienza nell’investire in oro di una società tedesca di nome AUVESTA, di cui la stessa GSG è partner.

Il risparmiatore versa dai 5 ai 60 mila euro l’anno in rate su un conto in Italia intestato ad Auvesta che poi trasforma l’equivalente in lingotti d’oro e li conserva in un caveau in Svizzera. Il risparmiatore può poi in ogni momento ottenere o vendere i lingotti. Peccato che in questo caso il caveau a Embrach (zona doganale franca in Svizzera) nemmeno esisteva.

 

I casi denunciati dal Sole 24 Ore non sono quindi nulla di nuovo. Da sempre ci sono le truffe ed è normale sfruttare quelle che in apparenza sono sinonimo di sicurezza per l’investitore italiano.  Nella miniguida omaggio sulla Dichiarazione fiscale dell’oro fisico trovi indicazioni di società note di cui puoi avvalerti. In linea generale, controlla sempre l’affidabilità delle società a cui versi denaro, Internet per questo è una miniera di informazioni.

Per tutelare i tuoi risparmi, puoi seguire i consigli per l’apertura di un conto corrente in Svizzera della nostra guida. Potrai nel caso utilizzare le loro cassette di custodia per il tuo oro. Nell’aggiornamento di quest’anno abbiamo anche inserito un paragrafo dedicato alle società svizzere che offrono una cassetta di sicurezza al di fuori del circuito bancario (un altro fenomeno di moda tra gli investitori italiani). Inoltre da quest’anno trovi in omaggio (oltre alla guida sulla dichiarazione dell’oro fisico) anche la miniguida sul conto a Malta,  ed un’offerta riservata per la guida Investire in Diamanti, un’altra forma di investimento che, se ben fatta all’origine, ti consente di tutelare il tuo patrimonio da crisi finanziarie e tasse.  Hai quindi tante valide occasioni per leggere le nostre guide, qui tutti i dettagli.

Gratis la guida veloce
3 Cose da Sapere per aprire un Conto in Svizzera - ricevila gratis via mail

0 commenti… add one

Lascia un commento