Conto in Svizzera header image

Conto in Svizzera

Come aprire un conto in Svizzera in maniera semplice e regolare
≡ Menu

Come trasferire soldi in Svizzera

transferwise per pagare all'esteroFrequentemente ci è stato chiesto se per l’apertura di un conto corrente in franchi svizzeri in Svizzera convenga effettuare un bonifico in euro (e quindi poi cambiare valuta presso la banca svizzera) o direttamente in franchi svizzeri.

Non è facile dare una risposta univoca  in quanto la scelta più conveniente dipende dai costi applicati sia dalla banca italiana che da quella svizzera e quindi per dare una risposta certa occorre conoscere sia i costi dell’una che dell’altra, costi che possono variare notevolmente tra i vari Istituti. Continua …

Tassazione dell’oro all’estero: Bullion Vault, Pro Aurum, Gold Money

tasse oro esteroDi fronte alle varie crisi finanziarie e alla continua incertezza dell’economia italiana, molti investitori italiani negli ultimi anni si sono rivolti ai cosiddetti beni rifugio (oro, argento, diamanti etc.). La richiesta di questi beni quindi ha di fondo le stesse motivazioni dell’apertura di un conto corrente in Svizzera, vale a dire la sicurezza e la tutela dei propri risparmi.

Alcuni hanno poi unito alla sicurezza di un deposito in Svizzera , l’investimento in un bene rifugio, in particolare:

  • depositando per esempio oro fisico presso le cassette di sicurezza delle banche svizzere;
  • aprendo conti metalli presso le stesse banche svizzere o altri intermediari come BullionVault, Pro Aurum etc.

Continua …

Dichiarazione fiscale conti e capitali esteri 2016 – le novità

dichiarazione fiscale conto esteroSiamo ormai in tempi di dichiarazione fiscale. Da qualche giorno è possibile scaricare i modelli 730 e Unico precompilati dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Per chi ha conti correnti e investimenti all’estero, si pone come al solito il problema di dichiarare nei quadri RW, RM, RT etc. i capitali detenuti fuori confine e i relativi redditi.

Come di consueto, una volta recepiti gli ultimi chiarimenti normativi (l’ultimo con circolare dell’Agenzia delle Entrate dell’8 aprile 2016) ci apprestiamo a pubblicare la nuova edizione della nostra guida Dichiarazione Fiscale e Ivafe 2016.   Nella guida riportiamo tutte le istruzioni per dichiarare conti correnti, investimenti e attività finanziarie all’estero (non solo in Svizzera) e per pagare le relative tasse sui redditi (interessi, dividendi, plusvalenze) conseguiti, oltre che per il pagamento dell’Ivafe per la quale c’è una specifica guida. L’aggiornamento fiscale sarà pubblicato mercoledì 27 aprile. Continua …

Dichiarazione fiscale redditi da conti correnti e investimenti all’estero

Dichiarazione fiscale capitali svizzeraQuando si hanno conti correnti e investimenti finanziari  all’estero, vengono spesso richieste informazioni sull’obbligo di denunciare  i capitali detenuti fuori dal paese nella dichiarazione dei redditi, con specifico riguardo alla compilazione del quadro RW e al pagamento del relativo bollo (Ivafe).

Minore attenzione è invece posta alla dichiarazione dei redditi conseguenti da questi conti o capitali, spesso ignorando il principio di attrazione di tutti i redditi ovunque realizzati da contribuenti residenti in Italia, che obbliga di fatto a dichiarare gli stessi. Continua …

Come tutelare i tuoi risparmi nel 2016

investire beni rifugioIn questo inizio 2016 oro, diamanti e in genere i cosiddetti beni rifugio sono gli investimenti che stanno rendendo di più. Sono la conseguenza dell’aumento della domanda di questi beni. La causa? Semplice: il periodo di forte incertezza evidenziato anche dalla forte volatilità delle Borse.

I motivi sono di fatto noti a tutti gli investitori italiani sempre più in difficoltà nell’allocare i loro risparmi:

  • i tradizionali investimenti obbligazionari offrono ormai rendimenti nulli o persino negativi (anche il Btp a 3 anni oggi ha rendimento negativo). Ed è un fenomeno che, viste le recenti manovre della Bce, durerà ancora a lungo;
  • la ripresa economica lenta e incerta ed il rallentamento dei paesi emergenti;
  • il crollo e la volatilità delle Borse;
  • le nuove regole sul fallimento delle banche europee ( bail in) , il recente fallimento di quattro banche (tra cui Etruria e Marche) e le difficoltà di molte altre banche italiane. I clienti bancari quindi si fidano sempre meno a sottoscrivere i titoli della loro banca o a lasciare troppi soldi sui conti correnti;
  • le voci di nuove tasse, in particolare la revisione della tassa di successione.

Il risparmiatore italiano è quindi alla ricerca Continua …